Erba unta amalfitana

Nome scientifico: Pinguicula crystallina subsp.hirtiflora

Famiglia: Lentibulariaceae

Habitat naturale: Rupi calcaree stillicidiose, terreni serpentinosi, paludi con sfagno e prati umidi da 300 a 1700 metri. Sono note in Italia pochissime stazioni in Campania sui Monti Lattari e sulla Penisola Sorrentina e in Calabria. Altre stazioni interessano la Grecia a quota elevata (1700 m); è inoltre nota una stazione isolata in Francia (Val Roja) che si sospetta non sia naturale stante l’enorme distanza dall’areale più vicino..

Periodo di fioritura: Da marzo a maggio.

Descrizione della pianta: Pianta erbacea perenne alta 5 – 10 cm con rosetta basale di foglie a lamina oblanceolata spesso involute ai margini. Sulla pagina fogliare sono presenti papille vischiose che hanno la funzione di catturare e digerire piccoli insetti. Lo scapo appare eretto, peloso – ghiandoloso, ricurvo alla sommità e portante un solo fiore campanulato con sperone verdastro rivolto verso il basso lungo circa 1 cm. I petali sono bilobati o trilobati, di colore compreso tra l’azzurro e il violaceo con parte centrale bianca e tubo interno giallo.

Note: E’ l’unica specie di Pinguicula presente in Italia a vegetare per tutto l’anno senza la pausa invernale.

Dove l’abbiamo osservata: Le fotografie sono state realizzate presso il paese di Fontan in Val Roja in territorio francese (circa m 450 – Alpi Marittime).

Clicca qui per vedere altri Fiori di più colori

Cookie