Garofano superbo

Nome scientifico: Dianthus superbus L.

Famiglia: Caryophyllaceae

Altro nome comune: Garofano dal pennacchio

Habitat naturale: Specie calcifila che colonizza pascoli e prati concimati umidi da 0 a 2200 metri. Presente in Italia al nord (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria ed Emilia Romagna)

Periodo di fioritura: Da maggio ad agosto.

Descrizione della pianta: Pianta erbacea perenne alta 30 – 60 cm, poco ramificata, con stelo fiorale eretto e glabro. Le foglie sono opposte, ottuse, lineari; le basali lunghe 50 – 80 mm e larghe 5 – 7 mm, le cauline larghe 2 – 3 mm e senza restringimento alla base. E’ presente una guaina comune di 2 – 3 mm. Il calice è cilindrico, lungo 23 – 28 mm, circondato alla base da 4 squame erbacee che formano un calicetto che ricopre un quarto del calice. L’infiorescenza è lassa, con pochi fiori (3 – 5) molto profumati che presentano petali di 15 – 35 mm. La fauce è verdastra, il lembo roseo - porporino picchiettato di violetto e con lamina profondamente sfrangiata. Le lacinie dei petali superano la metà della lamina. Sono presenti 10 stami e 2 stili.

Note: E’ presente in Italia con due sottospecie:

1) Dianthus superbus L. superbus: pianta con glauscenza  scarsa o nulla e con petali del lembo lunghi 20 mm.

2)  Dianthus superbus L. alpestris Celak: pianta glauca con petali dal limbo lungo da 25 mm in poi.

Dove l’abbiamo osservata: Le fotografie che seguono provengono dai prati a lato della strada che da Cimalbosco (comune di Schilpario) sale al Passo del Vivione (circa 1700 metri di quota – Alpi Orobie).

Clicca qui per vedere altri Fiori bianchi e verdi

Cookie