Genziana di Froelich

Nome scientifico: Gentiana froelichii Jan (Sinonimo: Gentiana carnica Welw.)

Famiglia: Gentianaceae

Altro nome comune: La subsp. zenariae è talvolta denominata “Genziana di Zenari”

Habitat naturale: Rocce, ghiaioni, detriti, praterie alpine a zolle discontinue su substrato calcareo-dolomitico da 1300 a 2300 metri. La sottospecie nominale predilige posizioni rivolte a settentrione. Endemismo delle Alpi Orientali presente in Italia in Friuli e in Veneto. Sono presenti due sottospecie. La sottospecie nominale è rarissima in Italia risultando presente soltanto sul Monte Plauris nell’ambito delle Prealpi Giulie in provincia di Udine; è invece presente in buona quantità sulle Caravanche, tra Slovenia e Carinzia (Austria). Un po’ più ampio risulta l’areale della subsp.zenariae, segnalata sulle Prealpi Carniche e sulle Dolomiti Orientali in provincia di Pordenone e di Belluno (Monfalcon di Forni, Val Settimana, Val di Brica, Val di Suola). Anche in questo caso si tratta di una specie molto rara, tuttavia presente in buona quantità all’interno del piccolo areale di presenza. Da notare che gli areali delle due sottospecie sono separati.

Periodo di fioritura: Da luglio a settembre.

Descrizione della pianta: Pianta erbacea perenne alta  5 – 12 cm con sottile rizoma scuro all’apice del quale sono poste le rosette fogliari. Il fusto è semplice ed eretto e porta un unico fiore. Le foglie basali sono acute, un po’ coriacee, con lamina lanceolata oppure sub-spatolata lunga 30 – 50 mm e larga 3 – 4 mm. Le foglie cauline, in numero di 2 o 3 paia, sono simili alle basali ma più brevi (10 – 18 mm) con margine ialino – papilloso. Il fiore presenta calice conico lungo 5,4 – 10,3 mm con denti triangolari; la corolla presenta tubo di 30 – 40 mm; è di colore azzurro chiaro, senza macchie oppure con macchie verdi appena visibili; presenta lobi ovato triangolari di 3 – 7 mm. Sono presenti antere connate verde – bluastre e uno stimma con due lobi oblunghi o lineari, interi.

Note: Il nome della specie è dedicato a J. A. Froelich (1766 – 1841), botanico tedesco che scrisse una monografia sul genere “Genziana”.

Come anticipato sono presenti due distinte sottospecie.

1)      Gentiana froelichii Jan subsp. froelichii che presenta normalmente due paia di foglie cauline, solo raramente 3, con lamina ovato-lanceolata. Il calice è lungo 5,4 – 6,6 mm e presenta denti falcati, al massimo uncinati e antere lunghe 3,3 – 4,2 mm.

2)      Gentiana froelichii Jan subsp. zenariae Martini & Poldini che presenta 3 paia di foglie cauline con lamina lineare o lineare – lanceolata. Il calice è lungo 7,4 – 10,3 mm e presenta denti lesiniformi contorti a spirale e antere lunghe 4,6 – 5,4 mm.

La sottospecie “zenariae” è dedicata a Silvia Zenari (1896 - 1956), botanica italiana autrice di una “Flora escursionistica”.

Dove l’abbiamo osservata: Le fotografie sono state realizzate in Val di Brica lungo il sentiero che unisce la Forcella Val di Brica alla Forcella dell’Inferno (m 2000 – Dolomiti Friulane).

Clicca qui per vedere altri Fiori blu

Cookie