Sassifraga biflora

Nome scientifico: Saxifraga biflora All. (Sinonimo: Saxifraga macropetala A.Kern.)

Famiglia: Saxifragaceae

Altro nome comune:  Sassifraga a due fiori

Habitat naturale:  Terreni rocciosi ad alta quota, morene, macereti preferibilmente basici da 2100 a 3000 metri. In Valle d’Aosta raggiunge quote anche più elevate e sul Cervino è stata trovata all’incredibile quota di 4200 metri. Si tratta di un endemismo alpico presente in Italia in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli.

Periodo di fioritura: Agosto

Descrizione della pianta: Pianta erbacea perenne nana (alta appena 1 – 5 cm). Il suo portamento prostrato e il suo svilupparsi formando cuscinetti bassi le permette di resistere ai rigori dell’alta quota. La fioritura è spesso assai ritardata a causa della sua presenza limitata all’alta montagna. Le foglie sono opposte, da rotonde a obovate, grassette, senza ciglia o con ciglia solo basali e di colore verde mentre i fiori si presentano a gruppi di 2 – 9 elementi con petali, distanti fra loro, di colore variabile tra il rosa e il rosso carminio con interno giallo; talvolta possono essere completamente bianchi.

Note: Molto simile a Saxifraga oppositifolia ma con foglie più grandi e più verdi. Anche il fiore differisce in quanto non uniformemente rosa come in S.oppositifolia. Spesso le due specie condividono il medesimo habitat.

Dove l’abbiamo osservata: La prima fotografia è stata realizzata in Val Formazza (circa m 2700 - Alpi Lepontine); tutte le altre fotografie provengono dalla testata della Val di Valles in Alto Adige. Nello specifico sono state realizzate nelle pietraie presso il Rauhtaljoch (circa m 2800 - Monti di Fundres).

Clicca qui per vedere altri Fiori di più colori

Cookie