Minuartia ricurva

Nome scientifico: Minuartia recurva (All.) Sch. et Th. (Sinonimi: Alsine confusa Heldr. & Sart. Alsine recurva (All.) Wahlenb.)

Famiglia: Caryophyllaceae

Habitat naturale: Rupi, fessure delle rocce, sfasciumi da 1500 a 2800 metri di quota. In Italia è presente nell’intero arco alpino dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia. Incerta la presenza in Liguria ed Abruzzo.

Periodo di fioritura: Luglio e agosto

Descrizione della pianta: Pianta strisciante alta 5 – 12 cm con fusto legnoso e scapi eretti. Le foglie sono opposte, lineari e falciformi lunghe 4 – 10 mm e curvate per lo più nello stesso verso (da cui il nome “ricurva”). I fiori presentano petali bianchi progressivamente ristretti verso la base lunghi 1,5 – 1,8 volte i sepali. I sepali sono lanceolato – acuti lunghi 3 – 5 mm.

Note: Minuartia recurva è molto simile a Minuartia verna (L.) Hiern, dalla quale è distinguibile con difficoltà  per i sepali 3-nervi, per i petali alla base ristretti in un breve peduncolo e le foglie non regolarmente falcate, sempre 3-nervie.
In Italia è presente anche Minuartia recurva (All.) Schinz & Thell. subsp. condensata (C. Presl) Greuter & Burdet che presenta petali appena più corti dei sepali.
La sottospecie condensata è presente in Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Presenza dubbia nel Lazio e in Abruzzo.

Dove l’abbiamo osservata: Le fotografie sono state realizzate lungo il sentiero che da Malga Bordolona di Sopra sale al Passo Alplaner (circa m 2200 - Gruppo delle Maddalene).

Clicca qui per vedere altri Fiori bianchi e verdi

Cookie