Tesio alpino

Nome scientifico: Thesium alpinum L. (Sinonimi: Thesium alpinum subsp. alpinum Pignatti - Thesium alpinum var. tenuifolium Garcke -  Thesium alpinum subsp. tenuifolium (Sauter) Schwarz -  Thesium tenuifolium Fournier)

Famiglia: Santalaceae

Altro nome comune: Linaiola alpina – Falso lino alpino

Habitat naturale: Prati e pascoli alpini e subalpini su suoli secchi e sassosi ma freschi da 1100 a 2400 metri di quota. In Italia è presente sulle Alpi dove risulta piuttosto comune. E’ invece pianta assai rara nell’Appennino Ligure e nel settore Tosco Emiliano fino al bolognese. Presente anche in Abruzzo mentre è dubbia la sua presenza nelle Marche, in Umbria e in Molise. Si tratta di una pianta artico-alpina tipica delle zone artiche dell’Eurasia e delle alte montagne della fascia temperata.

Periodo di fioritura: Da giugno ad agosto

Descrizione della pianta: Pianta erbacea perenne alta 10 – 30 cm con fusti angolosi e divaricati glabri, eretti o ascendenti spessi circa un millimetro. Le foglie sono sessili, lineari e alterne con lunghezza compresa tra 1 e 4 cm e larghezza compresa tra 1 e 4 mm di colore verde giallastro ad una sola nervatura. L’infiorescenza è racemosa, apicale, e unilaterale; i fiori, con diametro di 2 – 4 mm, hanno il perigonio tetramero con 4 piccoli tepali bianchi internamente, verdastri esternamente.

Dove l’abbiamo osservata: Tutte le fotografie sono state realizzate lungo la statale che da Canazei sale al Passo Sella (m 2000 - Dolomiti - Gruppo Sella).

Clicca qui per vedere altri Fiori bianchi e verdi

Cookie