Cima delle Pecore (Schlaflahnernock)

SCHAFLAHNERNOCK (CIMA DELLE PECORE – m 2703)

Sommità rocciosa facilmente accessibile dal Rifugio Porro con sentiero segnato, che concede un panorama davvero meritevole su alcune famose cime delle Alpi Aurine come Il Mesule e la Cima di Campo.

Dati tecnici:

Dal parcheggio sulla sponda orientale del Lago di Neves (m 1860): Difficoltà: (Vai alla scala delle difficoltà) Suddivisione delle difficoltà in base ai tratti: T sino al Rifugio Porro; EE nel tratto successivo. Segnaletica: totale sino al Rifugio Porro. Dal rifugio alla cima: totale ma a tratti assai sbiadita e poco evidente con alcuni ometti (estate 2004). Dislivello assoluto: m 843.

Accesso:

Si accede alla partenza dalla Val Pusteria; in coincidenza della città di Brunico troviamo le indicazioni per la statale della Valle Aurina (Ahrntal). La percorriamo per una decina di km sino a raggiungere il paese di Molini di Tures. Abbandoniamo a questo punto la statale della Valle Aurina per volgere a sinistra risalendo la valle di Selva dei Molini; attraversiamo l'omonimo paese proseguendo sino a Lappago, ultimo centro abitato oltre il quale la strada diviene strettissima e molto ripida. La carrozzabile (a pedaggio negli ultimi km) si inerpica sino al suo termine presso la diga artificiale di Neves (Neves Stausee) dove troviamo numerose possibilità di parcheggio e alcuni punti di ristoro.

Descrizione del percorso:

Poco oltre il parcheggio sul Lago di Neves troviamo, sulla destra, un punto di ristoro oltre il quale si stacca a destra la larga carrareccia chiusa al traffico che conduce tra gli abeti alla Obere Nevesalm (Malga di Neves di Sopra – m 2134 - grande panorama in direzione del crinale principale). In alternativa si può seguire lo stretto sentiero (segnavia 24) che taglia i tornanti della carrareccia salendo alle malghe con via più ripida ma più diretta e veloce. Dalle malghe procediamo su facile sentiero (grande panorama alle spalle sulla Punta Bianca) sormontando dapprima un ripido costone per poi proseguire in un’ampia conca, tra pascoli e vaste pietraie, sino al Nevesjoch (Passo di Neves – m 2407 - ore 1,30 dalla partenza), appena sotto al Rifugio Porro (Chemnitzer Hütte – m 2416 - ore 1,30 dalla partenza), dove possiamo godere di un bel panorama in direzione del Mesule e dei ghiacciai sottostanti. Dietro al rifugio, chiaramente indicato da un cartello di legno, ha inizio il sentiero che ci conduce direttamente alla sommità del Schaflahnernock (Cima delle Pecore – m 2703). Con sentiero in parte artefatto  tra grandi lastroni rocciosi, volgiamo in direzione del versante occidentale della montagna sino a risalire sulla sinistra un modesto valloncello. Passiamo presso le prese d’acqua che alimentano il sottostante rifugio per poi accedere a una piccola conca erbosa circondata dai massi. Il tracciato passa ora a sinistra cambiando improvvisamente pendenza (attenzione agli ometti). In forte salita seguiamo l’esile traccia con una sequenza di stretti tornanti su fondo terroso quindi, più in alto, scavalchiamo alcuni instabili massi di roccia (Attenzione in questo tratto alla segnaletica assai sbiadita e poco chiara – estate 2004). In ultimo volgiamo a destra tra grandi lastroni, sempre facendo attenzione al fondo poco stabile, sino a guadagnare la sommità (ore 1,10 dal Rifugio Porro – ore 2,40 dalla partenza)

                                              Cookie